Indietro

Gruccia-Meyer: per i pediatri c’è il teleconsulto

medico
Il teleconsulto

L’ospedale del Valdarno è tra i presidi che potranno chiedere al centro pediatrico una consulenza a distanza per i casi urgenti e complessi

VALDARNO — Non ci sarà bisogno di trasferire il bambino malato da un ospedale all’altro: per una situazione urgente o un caso complesso i pediatri della Gruccia potranno chiedere in tempi rapidissimi una consulenza ai colleghi del Meyer di Firenze. Grazie alla telemedicina. Il monoblocco del Valdarno fa parte dei tredici ospedali della Asl Toscana Sud Est (e dei 30 toscani) che potranno usufruire di un nuovo servizio di teleconsulto con il centro pediatrico fiorentino.

I pediatri della Gruccia - così come i colleghi delle altre strutture sanitarie del territorio toscano – potranno richiedere in caso di necessità una consulenza ai professionisti del Meyer, centro di eccellenza nella cura dei bambini. La richiesta di teleconsulto potrà essere corredata con immagini radiologiche e dati sanitari relativi alle condizioni cliniche del bambino così che gli specialisti possano avere il quadro completo della situazione.

I medici del Meyer valuteranno il quadro clinico del piccolo paziente contribuendo all’inquadramento diagnostico e alla definizione della gravità del caso e delle cure: i pediatri  valuteranno poi la necessità o meno di trasferire l’ammalato alla struttura fiorentina oppure continuare i trattamenti nell’ospedale che ha chiesto la consulenza. Tra i grandi vantaggi di questo percorso virtuoso, la possibilità di far lavorare a distanza più professionalità su un singolo caso senza necessariamente spostare il paziente al presidio di Firenze.

Questo nuovo importante servizio è stato attivato grazie alla convenzione firmata tra il Meyer e l’azienda sanitaria Sud Est (che ha competenza per le province di Arezzo, Siena e Grosseto) che ha aderito all’iniziativa come le altre due Asl toscane.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it